Il Catania resta in serie C, la Lega vara i calendari

ROMA – Il Consiglio federale ha deciso: nella prossima stagione la serie B sarà a 20 squadre, quindi il Catania e le altre retrocesse giocheranno in serie C. La Lega ha varato i calendari di serie A e B e ha deciso di dare il via libera al sistema dei play off e dei play out in Serie B.
Per quanto riguarda la prima giornata di serie A, il Milan gioca ad Ancona, la Juventus aspetta Empoli e l’Inter sfida il Modena. Il primo scontro diretto è Juve-Roma il 21 settembre, poi tocca al derby milanese il 5 ottobre (ritorno 22 febbraio) e a Milan-Juve il 2 novembre. Il derby romano si disputerà il 9 novembre e il 21 marzo.
Dunque, per la Federcalcio, il Catania retrocede in serie C. Dopo otto ore di riunione, il consiglio federale, ha deciso che la serie B per il prossimo campionato rimarrà a 20 squadre. Catania, Genoa, Cosenza e Salernitana, dovranno disputare la serie C. La decisione del Consiglio federale è arrivata anche sulla base dell'”indirizzo espresso dalle società della Lega nazionale professionisti nell’occasione delle riunioni del Consiglio di Lega e dell’assemblea generale di ieri, favorevoli alla rapida compilazione dei calendari sulla base del rispetto del regolamento che prevede il campionato di serie B a 20 squadre”. La Figc ha così ritenuto necessario “tutelare l’indipendenza
dell’ordinamento sportivo”, dopo aver anche sentito il parere del presidente del Coni. E a Palermo il consiglio di giustizia amministrativa ha accolto il ricorso della Figc contro la decisione del Tar di Catania. La società etnea è quindi in serie C1. Con il dispiacere dei tifosi del Catania che, da stamattina, “assediavano” la sede della Federcalcio e che hanno lasciato la capitale senza creare alcun problema.
Il consiglio federale inoltre ha esaminato i ricorsi delle società non ammesse dalla Covisoc: tutto a posto per Roma e Napoli mentre in serie C/1 non sono state ammesse L’Aquila e Cosenza e in serie C/2 Thiene, Pordenone, Gladiator, Poggibonsi, oltre all’Alzano che non aveva presentato ricorso. Complessivamente il consiglio federale ha accolto invece i ricorsi di Roma, Genoa, Napoli, Cittadella, Spal, Taranto, Varese, Viterbese, Brindisi, Carrarese, Isernia, Latina, Legnano, Nocerina, Palmese, Paternò, Pro Vercelli, Aglianese. Tutte le società sono state ammesse ai loro campionati.

Il Catania resta in serie C, la Lega vara i calendariultima modifica: 2003-07-31T20:36:09+00:00da giornale_web
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento