Missili israeliani su Gaza, un morto illeso il vero obiettivo

GAZA (CISGIORDANIA) – Quel che restava della fragile tregua imposta dalla road map è ormai definitivamente lettera morta. Oggi, dopo la rappresaglia scattata in seguito all’attentato kamikaze del 19 agosto a Gerusalemme, gli israeliani sono tornati a colpire a Gaza facendo un morto e una ventina di feriti, di cui due gravi.

L’obiettivo del nuovo attacco era Wael Ekalan, esponente delle Brigate Ezzedim al-Qassam, ala militare di Hamas. Che però sembra essere sfuggito all’attacco. Secondo fonti giornalistiche palestinesi sarebbe invece rimasto ucciso un passante: un uomo anziano, colpito a morte mentre si trovava sul suo carretto tirato da un mulo. Semplici passanti sarebbero anche i feriti, circa venti, tra i quali due sarebbero in gravi condizioni.

La televisione israeliana ha riferito che l’attacco è scattato alle 19 ora locale, quando tre razzi sono stati sparati dal mare, da una motovedetta, verso il campo profughi di Jabalya. Nel mirino c’era un’automobile a bordo della quale si trovavano quattro passeggeri. I testimoni oculari hanno riferito che i quattro sono riusciti a balzare tempestivamente fuori dall’auto.

Gli attacchi dal cielo a Gaza erano ripresi il 21 agosto scorso, quando cinque missili erano stati lanciati in pieno giorno sul capoluogo della piccola enclave palestinese. In quel caso nel mirino degli Apache israeliani c’era Ismail Abu Shanaba, uno dei principali esponenti di Hamas, rimasto ucciso insieme a due guardie del corpo.

Missili israeliani su Gaza, un morto illeso il vero obiettivoultima modifica: 2003-08-26T18:57:19+00:00da giornale_web
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento