La A parte con Reggina-Sampdoria tante emozioni per un pareggio 2-2

REGGIO CALABRIA – Dopo l’estate dei veleni, dei ricorsi ai Tar, del caos finalmente si comincia a giocare. E il campionato di serie A parte con un anticipo che regala tante emozioni: due gol per parte al Granillo tra la Reggina e la neopromossa Sampdoria, tante occasioni per entrambe le squadre, spirito agonistico e voglia di calcio giocato.

L’avvio è pimpante, la Reggina parte lanciata mentre la Samp è costretta spesso al fallo perchè in affanno soprattutto su Di Michele. Il pubblico reggino regala, come al solito, uno splendido colpo d’occhio mentre gli oltre 200 tifosi doriani fanno fatica a farsi sentire. I due tecnici mettono in campo le migliori squadre possibili. Qualche problema in più ce l’ha il tecnico amaranto che oltre alla squalifica di Bonazzoli deve far fronte alle non perfette condizioni di Stellone. Così fa esordire Dell’Acqua, mentre i due giapponesi, Nakamura e Yanagisawa, saranno in campo insieme soltanto nel finale.

Nei primi minuti l’arbitro De Santis fischia 4-5 volte fin quando, al 4′ , dopo una punizione poco oltre il limite dell’area, Cozza indovina l’angolino alla destra di Antonioli, che ci arriva ma non para. E’ il primo gol della serie A 2003-2004 mentre il fantasista calabrese conferma di andare a nozze contro i blucerchiati (4 gol contro, record personale) e manda in visibilio lo stadio.

La Samp abbozza una reazione, ma non cambia la sostanza: falli contro i reggini, Doni finisce presto sul taccuino dell’arbitro (10′), poco dopo sarà la volta di Falcone (22′). Novellino cerca di correre ai ripari: sposta Donati a sinistra e Doni a destra, ma la musica non cambia molto. Al 24′ da un cross di Donati nasce l’occasione per un colpo di testa in tuffo di Marazzina , ma il portiere Belardi si salva in angolo. Poco dopo si cambia di nuovo: 4-3-1-2 per la Sampdoria, con Doni dietro le punte. Ma in contropiede al 40′ la Reggina raddoppia. Mozart serve alla perfezione sul filo del fuorigioco Di Michele che fa 15 metri prima di battere Antonioli in uscita. Poco dopo potrebbe essere tris, ma Dell’Acqua gira troppo debolmente di testa solo davanti ad Antonioli.

La ripresa, invece, è tutt’altra musica. Dopo un eurogol annullato per fuorigioco a Di Michele dopo 2′ dalla ripresa, la Samp sale in cattedra. Novellino mette in campo Flachi e Yanagisawa al posto di Marazzina e Doni e la manovra avanzata dei blucerchiati diventa fluidissima. La Reggina, intanto, è in affanno. Flachi, al 19′, inventa un cross dalla sinistra per Bazzani che colpisce di testa e mette alle spalle di Belardi.

Gli ospiti non si fermano qui anche se sul capovolgimento di fronte Falsini arriva a tu per tu con Antonioli che si salva in angolo. Yanagisawa è una saetta, Baiocco non riesce a tenerlo (sarà sostituito con Martinez) ed il giapponese colpisce il palo al 22′ di sinistro (tiro deviato da Belardi). E’ il preludio al gol del pareggio, che arriva al 27′. Un cross di Volpi pesca solo in area Diana che deve soltanto depositare di testa. Non esulta il difensore sampdoriano: fino a due mesi fa lottava con la maglia amaranto per evitare la serie B. Sparati i colpi, il pareggio sembra alla fine accontentare entrambe le formazioni che evitano di darsi problemi fino al triplice fischio di De Santis.

Reggina-Sampdoria 2-2

Reggina: Belardi, Jiranek, Sottil, Franceschini, Falsini, Baiocco (23’st Martinez), Paredes, Mozart, Cozza, Di Michele (38’st Nakamura), Dall’Acqua (27’st Stellone). In panchina: Lejsal, Torrisi, Tedesco, Leon. Allenatore: Colomba.

Sampdoria: Antonioli, Diana, Falcone, Grandoni, Domizzi, Donati, Volpi, Palombo, Doni (12’st Yanagisawa), Marazzina (7’st Flachi), Bazzani (44’st Zivkovic). In panchina: Turci, Conte, Bettarini, Pedone. Allenatore: Novellino.

Arbitro: De Santis di Tivoli
Reti: 4’pt Cozza, 40’pt Di Michele, 19’st Bazzani, 27’st Diana.
Note: pomeriggio afoso, terreno in buone condizioni, spettatori 21.531 (3.129 paganti + 18.402 abbonati) per un incasso totale di 412.530,00 euro. Angoli 10-3 per la Sampdoria. Ammoniti Doni, Falcone, Domizzi, Cozza. Recupero: 1′; 3′.

La A parte con Reggina-Sampdoria tante emozioni per un pareggio 2-2ultima modifica: 2003-08-31T15:32:20+00:00da giornale_web
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento