Scatta il controesodo, Traffico intenso, ma poche code

ROMA – Traffico intenso e rallentamenti, ma per ora, tranne che sulla A22 del Brennero, tutto procede senza code chilometriche. Le notizie più cattive dell’ultimo controesodo d’estate arrivano invece, purtroppo, da due incidenti in autostrada. Nel primo, sulla A1, hanno perso la vita un adulto e due bambini. Nel secondo, sulla A14, un morto e un ferito grave.

Intanto traffico intenso viene segnalato dalla polizia stradale su entrambe le carreggiate del tratto calabrese della Salerno-Reggio Calabria. Ciò nonostante non si stanno verificando rallentamenti o incolonnamenti. E’ nettamente migliorata rispetto alla giornata di ieri la situazione del traffico lungo le principali arterie del Friuli-Venezia Giulia, dove si registrano solo dei rallentamenti sulla A23 Udine-Tarvisio, nei pressi di Pontebba (Udine).

Anche ai valichi di confine con la Slovenia di Pese, Fernetti e Rabuiese (Trieste), il traffico è intenso ma scorrevole: in uscita dall’Italia non vi sono incolonnamenti, mentre qualche coda si è formata in territorio sloveno per i numerosi turisti, soprattutto austriaci e tedeschi, che rientrano dalle vacanze trascorse in Istria o in Dalmazia.

Più pesante la situazione lungo l’autostrada A22 del Brennero, soprattutto in direzione sud: arrivano nuovi turisti dal Nord Europa e da Bolzano nord a Rovereto, per un centinaio di chilometri, c’è una lunghissima colonna di auto che marcia a rilento. Molto intenso è il traffico per il rientro anche in direzione nord, con incolonnamenti di qualche chilometro al casello di Vipiteno.

Gli incidenti, si diceva. Il più grave è avvenuto intorno alle 3 di questa notte, nel tratto della A1 tra Arezzo e Monte San Savino. Una Ford Escort, a bordo della quale viaggiavano cinque rumeni, aveva superato da poco la stazione di servizio Badia al Pino, e sembra che il conducente dell’auto, nel tentativo di entrare nella stazione, abbia arrestato improvvisamente la macchina e tentato di fare marcia indietro. In quell’istante è sopraggiunto un mezzo pesante che ha travolto l’auto. Il tragico bilancio è di un adulto e due bambini morti sul colpo.

Il secondo incidente mortale è avvenuto, all’alba, sulla A14, tra Faenza e Forlì, in direzione del mare. Un furgone addetto al trasporto dei giornali è sbandato improvvisamente, finendo contro la barriera di protezione. Quando alcuni pezzi divelti della barriera hanno invaso la corsia di marcia in senso opposto ne è scaturito un tamponamento a catena fra alcune auto. Il bilancio è di un morto e un ferito grave.

Scatta il controesodo, Traffico intenso, ma poche codeultima modifica: 2003-08-31T16:06:36+00:00da giornale_web
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento