Iraq, caccia allo straniero uccisi colombiano e due sud coreani

BAGDAD – Un cittadino colombiano ucciso e due feriti. Due sudcoreani uccisi e altri due feriti. Un civile americano colpito a morte. Si allunga la lista degli stranieri uccisi in Iraq negli ultimi giorni, quasi da dare l’impressione di una vera e propria caccia ll’uomo.

Il cittadino colombiano, che lavorava in un progetto in Iraq, è stato ucciso, mentre altri due suoi colleghi sono rimasti feriti in un agguato ieri vicino a Balad, a nord di Bagdad. La notizia è stata annunciata oggi da un portavoce militare americano che ha spiegato che gli aggressori hanno assaltato il convoglio con armi di piccolo calibro.

La Corea del sud ha invece detto che due suoi cittadini sono stati uccisi oggi e altri due sono rimasti feriti in in una sparatoria vicino a Tikrit, città natale dell’ex presidente Saddam Hussein. Un funzionario del ministero ha detto per telefono che le identità di morti e feriti non sono ancora state diffuse ma che si ritiene siano elettricisti di una azienda americana. Stamattina un giornalista della Reuters da Tikrit aveva riferito che due stranieri erano rimasti gravemente feriti in un agguato compiuto sull’autostrada a sud di Tikrit, che si trova a nord di Bagdad, e che secondo fonti locali poteva trattarsi di coreani.

Oggi, invece, si registra la morte di un civile americano, un funzionario di una ditta che ha un appalto con le forze armate, che è stato ucciso mentre viaggiava a bordo della sua automobile verso una base militare a nord di Bagdad.

Con la notizia di questi ennesimi agguati ai danni di militari o civili, si allunga la lista degli stranieri uccisi in Iraq. L’impressione, dopo l’attacco ai nostri militari a Nassiriya, quello ieri agli agenti dell’intelligence spagnola e ai diplomatici giapponesi, è che ci sia un’escalation delle violenze contro gli stranieri in Iraq. Quasi una caccia all’uomo.
– Pubblicità –

Ieri, una lunga scia di sangue. L’agguato contro il convoglio degli agenti segreti spagnoli, sette dei quali giustiziati sulla strada tra le scene di giubilo degli iracheni.

Due soldati americani sono morti ed un altro è rimasto ferito in un altro agguato vicino a Ramadi, a ovest di Bagdad, nel cosiddetto triangolo sunnita dove sono frequenti gli attacchi contro le forze americane.

E sempre ieri due diplomatici giapponesi sono stati uccisi sulla via di Tikrit. Oggi è morto anche il loro autista (un cittadino iracheno), che gli aggressori avevano ferito gravemente.

Iraq, caccia allo straniero uccisi colombiano e due sud coreaniultima modifica: 2003-11-30T20:14:44+00:00da giornale_web
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento