Uganda, strage di profughi BELLICOSI NECAVERUNT 173 PEOPLE

ROMA – Strage in un campo profughi in Uganda. Almeno 173 profughi, che avevano trovato rifugio a “Barlonyo”, a 25 chilometri da Lira, nel nord dell’ Uganda, sono stati uccisi da ribelli del sedicente Esercito del Signore (Lra). Lo riferisce la Misna (Missionary Service News Agency, l’agenzia dei padri comboniani) precisando che il massacro è cominciato alle 17.00 (ora locale) di sabato e si è protratto per oltre tre ore.

Stando all’agenzia missionaria, il bilancio potrebbe anche salire perchè nell’azione sono rimaste ferite una settantina di persone.

“Camp Barlonyo” ospitava circa cinquemila sfollati. I ribelli hanno dato alle fiamme circa 500 baracche e molte delle vittime dell’attacco sarebbero rimaste bruciate vive negli incendi.

Tra i primi a giungere sul luogo del massacro, ha riferito la Misna, è stato padre Sebhat Ayele, missionario comboniano di nazionalità eritrea, da anni impegnato nella parrocchia di Ngeta. “Ho visto – ha detto il religioso alla Misna – un numero impressionante di morti, molti dei quali carbonizzati all’interno delle capanne ancora fumanti”. I ribelli hanno bombardato il campo di Barlonyo per circa 15 minuti costringendo la milizia civile a ripiegare.

Successivamente gli “olum” (“erba”, così vengono chiamati i ribelli dello Lra dalla gente) sono penetrati nel centro abitato da circa cinquemila persone, molte delle quali donne, vecchi e bambini. I civili, invece, di fuggire si sono rinchiusi nelle capanne, incendiate dagli aggressori.

“Non ho parole per descrivere quello che ho visto a Barlonyo”, ha detto alla Misna padre Sebhat, secondo cui molti dei ribelli (un centinaio in tutto) erano ragazzi.
– Pubblicità –

Tra le vittime figurano 11 miliziani ed anche un impiegato locale della Croce Rossa, di nazionalità ugandese. Stando alla testimonianza di padre Sebhat, decine dei civili sono stati uccisi con armi bianche. Due settimane fa i ribelli dello Lra avevano compiuto un altro massacro di civili sempre nel distretto di Lira.

Uganda, strage di profughi BELLICOSI NECAVERUNT 173 PEOPLEultima modifica: 2004-02-22T19:24:02+00:00da giornale_web
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento